Italioano

Ma, è davvero così semplice?

Non mi ricordo di quando venni battezzato, ero troppo piccolo. Quando poi feci la prima comunione, pensai di accogliere Gesù nel mio cuore. Ma questi sacramenti non crearono mai una relazione personale tra me e Dio. Mi consideravo un cristiano, ma in realtà ero molto lontano da Cristo.
Siccome credevo in una vita dopo la morte, cercavo di procurarmi la salvezza facendo opere buone e mi davo da fare per condurre una vita onesta. Malgrado tutto, continuavo a peccare. Per sentirmi a posto andavo a confessarmi. Lì per lì mi sentivo sollevato, ma a volte mi chiedevo: “Perché sono destinato al purgatorio se Dio ha già perdonato tutte le mie colpe?”
Sapevo che i grandi santi avevano fatto molti sacrifici, e anch’io volevo farli. Questi ragionamenti mi spinsero a diventare “guardia svizzera” per servire il Papa, la chiesa e Dio. Ma ben presto mi accorsi che si trattava soltanto di una tradizione, tramandata da secoli. Mi mancava la convinzione del mio impegno e la gioia, così dopo un anno  di servizio lasciai il Vaticano.
Durante una campagna d’evangelizza-zione sentii parlare per la prima volta della sicurezza della vita eterna! Questa certezza non si basava sulla buona condotta, sul battesimo, sulla comunione o la cresima, ma soltanto sulla grazia di Dio.
Infatti la Bibbia ci rivela questo piano di salvezza: Dio mandò il suo figlio, come un agnello senza difetto per togliere il peccato del mondo. Per gli ebrei, senza lo spargi-mento del sangue di un animale puro non ci poteva essere perdono dei peccati. Gesù Cristo, l’innocente, diede la sua vita come sacrificio unico, una volta per sempre. Dio lo risuscitò, liberandolo dal potere della morte. Era impossibile infatti che Gesù rimanesse schiavo della morte!
“Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.” Vangelo di Giovanni 3,16
Quella stessa sera durante l’evan-gelizzazione mi pentii, riconoscendo il mio stato di peccatore e lo confessai al Signore Gesù. Egli mi ha liberato da tutte le mie colpe.1  Ho dato il primo posto nella mia vita a Cristo, e per lo Spirito Santo ho vissuto l’esperienza che la Bibbia chiama“la nuova nascita”.2 Da allora ho la ferma convinzione che Gesù vive in me3, che sono un figlio di Dio e quindi anche erede4. So che dopo la mia morte sarò per sempre col Signore.5
Tu forse mi dirai: “Mi sembra troppo facile. Non è possibile essere salvati in maniera così semplice! Non dobbiamo portare la nostra croce facendo tante opere buone e consacrando tutto a Dio?”
Caro amico, non puoi mescolare le tue buone opere con l’opera di salvezza di Gesù Cristo. Hai forse aiutato Dio nella creazione dei cieli e della terra? Eri il suo consigliere quando creò i fiori o gli insetti?
Tanto meno egli ha bisogno del tuo intervento per salvarti! Così come tu non potevi contribuire alla creazione dell’universo, così non puoi nemmeno aggiungere qualcosa alla nuova creazione spirituale delle anime!
Se vuoi piacere a Dio, devi confidarti completamente nell’opera di Cristo. L’apostolo Paolo scrisse ai Romani6: “Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di  Dio; ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù.” La Bibbia insegna che il credente prega, ama il prossimo, agisce bene. Tutto ciò, però, è il frutto  della salvezza, della fede, non è mai il mezzo per arrivare alla salvezza.
Di generazione in generazione la perdizione e la morte hanno regnato sull’umanità. Dio, nel suo infinito amore, si fece uomo in Gesù Cristo. Egli, “come secondo Adamo”, prese su di sé la nostra condanna e ci aprì le vie del cielo.
“È per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù di opere, affinché nessuno se ne vanti.”7
Caro amico, perché non accettare questo dono dalla mano di Dio? È un dono senza alcun merito. Puoi accettarlo proprio ora, dicendo:

“Signore Gesù, sulla croce del Calvario hai portato anche il peso del mio peccato. Mi sono convinto di essere un peccatore, mi pento. Ti chiedo perdono; Signore, purifica il mio cuore e la mia coscienza. Liberami da tutte le catene che mi legano al male e prendi la mia vita nelle tue mani. Guidami tu con il tuo Spirito Santo e non permettere che io mi allontani da te. Ti ringrazio per la tua grazia e per la vita eterna che mi dai. Amen.”

Se ti affidi al Signore Gesù senza riserve, tu diventerai un figlio di Dio e avrai la vita eterna. Impegnati a leggere la Parola di Dio giorno per giorno. Sarà il tuo cibo spirituale. Toccherà il tuo cuore e ti farà conoscere la volontà di Dio.
In qualsiasi circostanza ti puoi rivolgere direttamente al Signore. Non hai bisogno di altri mediatori.8 Egli conosce ogni nostro pensiero prima ancora che glielo esprimiamo!    Bernardo Dura, CH-7000 Chur

1)  prima Lettera di Giovanni 1, 9
2)  Vangelo di Giovanni 3, 3
3)  Lettera agli Efesini 3, 17
4)  Lettera ai Romani 8, 17
5)  Vangelo di Giovanni 14, 3
6)  Lettera ai Romani 3, 23 – 24
7)  Lettera agli Efesini 2, 8 – 9
8)  prima Lettera a Timoteo 2, 5

L’autore di questo opuscolo ci spiega come ha trovato una relazione personale con Dio. Egli ha scritto anche un libretto in cui racconta le sue esperienze. Vi prego di mandarmi gratis e senza impegno:

❏ il libretto di Bernardo Dura
❏ una copia del Vangelo e la prima lezione del corso biblico

MSD Grassiweg 3
CH-3714 Frutigen 0041 33 672 50 10
www.ioti.it  www.ConoscereDio.com

 

Sondaggio d‘opinione

Sono interessato al benessere e alla salvezza del mio prossimo. Per questo le pongo alcune domande, posso?

Chi è Gesù Cristo secondo Lei?
❏  Il figlio di Dio
❏  Un uomo

Perchè è venuto nel mondo in veste umana?
❏  Per salvare gli uomini
❏  Per dimostrare la volontà di Dio

Perchè Gesù è morto sulla croce?
❏  Per i nostri peccati
❏  Per le proprie colpe

Crede che Gesù é risorto dai morti?
❏  Si
❏  No

Dove dimora Gesù adesso?
❏  Nel cielo
❏  Nel mio cuore

Dio ha perdonato i suoi peccati?
❏  Si, ne sono certo
❏  No
❏  No posso saperlo

Cosa dovrebbe fare perdonare da i suoi peccati?
❏  Confessarli a Gesù in una preghiera
❏  Mettere in ordine la propria vita

Vuole fare la volontà di Dio?
❏  Si
❏  No

Come si può conoscere la volontà di Dio?
❏  Dalla bibbia
❏  Dall‘ istruzione e dalla Chiesa

Crede che la Bibbia è la parola di Dio e che dice la verità?
❏  Si
❏  No

Quanto legge la Bibbia?
❏  regolarmente
❏  raramente
❏  mai

Se dovesse morire adesso, dove penserebbe di finire?
❏  In cielo
❏  All‘ inferno

Dio, le vuole dare la certezza della vita eterna. La spiegazione seguente dimostra come può ricevere questa certezza. Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, creò il cielo, la terra e l ‚uomo, secondo la propria immagine. Dio offri all‘uomo l‘albero della vita e l‘albero della conoscenza del bene e del male, del quale non doveva mangiare. In questo modo l‘uomo era libero di scegliere tra la vita e la morte.

 

 

 

Satana tentò Adamo ed Eva, li indusse a mangiare il frutto dell‘albero proibito, facendoli disubbidire cosi‘ agli ordini di Dio. A causa di questa disubbidienza il peccato e la morte sono diventati l ‚eredità di tutti gli uomini. I nostri peccati ci separano da Dio.

 

 

 

Molte persone cercano di arrivare a Dio facendo delle buone azioni. Ma Dio non può accettare queste vie. La condanna della morte è già stata decisa. In Romani capitolo 3 Vers 23 c‘è scritto: “Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio.“
Ma Dio ci ama e per questo ha sacrificato il suo Figlio per la nostra salvezza. Tramite la morte e la risurrezione di Gesù ci é stata aperta la via per ritornare a Dio. Tutti gli uomini hanno peccato e non arrivano a Dio. Egli ci perdona le nostre colpe e ci dà la forza di vivere secondo la Sua volontà.

 

 

Nella fede dobbiamo accettare Gesù come  nostro Salvatore e Signore e farlo entrare nel nostro cuore e nella nostra vita. Tramite Lui riceviamo il Padre e lo Spirito Santo, che ci conducono alla verità. Allora diventiamo figli di Dio e possiamo avere la vita eterna.
La Bibbia parla di una via larga: quella che porta all‘inferno. E di una via stretta: quella che ci conduce alla vita eterna. Per arrivare in cielo bisogna percorrere la via assieme a Gesù. Che strada segue lei? C ‚é una ragione per la quale lei non può camminare assieme a Gesù?
Lei stesso decide dove trascorrerà l‘eternità. Se lo desidera, può iniziare la vita con Gesù proprio adesso. La preghiera seguente può esserle di aiuto:

«Signore Gesù Cristo, mi dichiaro colpevole dinnanzi a Te. Mi dispiace di avere peccato. Perdona tutti i miei peccati e liberami da tutti i legami con Satana. Ti chiedo di guidare la mia vita. Vieni nel mio cuore e conducimi secondo la Tua volontà. Grazie, Signor Gesù, di aver perdonato tutti i miei peccati. Grazie, da adesso Tu vivi nel mio cuore e mi hai dato la vita eterna. Ora voglio vivere completamente per te, confessarti ogni nuovo peccato, e non commetterlo più. Grazie, Padre celeste, perchè adesso posso essere Tuo figlio e ricevere lo Spirito Santo, che mi condurrà verso la verità. Amen.»

Vi prego di mandarmi gratis e senza impegno:

❏ il libretto di Bernardo Dura
❏ una copia del Vangelo e la prima lezione del corso biblico

MSD Grassiweg 3
CH-3714 Frutigen 0041 33 672 50 10
www.ioti.it  www.ConoscereDio.com

 

l bello deve ancora arrivare

Di ciò mi sono resa conto, quando esami ecografici mostrarono che avevo due noduli nel flusso lattario. Il medico mi consigliò un’intervento immediato per poter asportare i noduli. Poiché in quel tempo mi sentivo debole, non ero pronta a fissare subito un termine per un’ operazione. Insieme a mio marito volevo cercare delle alternative. Il medico disse che tutte le donne che avrebbero scelto una terapia alternativa erano già morte. Ma non volevo farmi mettere fretta e dissi al medico che mi sarei fatta sentire.
La diagnosi dei noduli mi confuse completamente. Mi sentivo come in un film sbagliato. Mi domandavo cosa Dio avesse in mente con la mia vita. Incontabili pensieri giravano per la mia testa. Ho il cancro? Se si, come riuscirò a superare tutto ciò? Quanto tempo avrei ancora vissuto? Durante una passeggiata parlai con Dio di tutto ciò che mi agitava.
Diventai più calma ed una profonda pace e un’inspiegabile sicurezza riempirono il mio cuore. Riconobbi che la mia vita era nelle mani di Dio e di essere in Lui custodida nel miglior modo.
Non trovavo grave il fatto di morire, di ciò non avevo paura poiché sapevo: Il bello deve ancora arrivare. Mi dispiacevo per mio marito e per i miei figli, i quali avrei dovuto lasciare dietro di me. Come prima cosa feci pregare per me come viene consigliato nella Bibbia nella lettera di Giacomo, capitolo 5. Poiché non subentrò alcuna guarigione, mio marito si informò riguardo a possiblità di trattamenti naturali.
Una sera mentre ero a letto pregando, mi apparse davanti un’immagine. Vidi due grandi mani ed in queste giaceva un bebè. Immediatamente seppi che tutta la mia vita futura giace nello stesso modo nelle mani di Dio. Di che cosa dovrei ancora aver paura? Dio mi regalò anche incoraggiamento e conforto attraverso inni che all’ improvviso risuonavano nella mia testa, mi rallegravano e risollevavano. Ma dovetti anche decidere per un trattamento. Ma come avrei riconosciuto la volontà di Dio? Quale metodo di trattamento sarebbe stato il migliore?
Quando un problema mi preoccupa, di solito dormo male e mi sveglio spesso durante la notte. Quindi dissi a Gesù in preghiera di volermi decidere contro un‘ intervento e che se ciò fosse la sua volontà riguardo me, di lasciarmi riposare semplicemente bene.
Gesù ha risposto im modo poderoso poiché dopo questa preghiera ho dormito molte notti meravigliosamente. Al mattino pensavo spesso: «Come posso dormire così tranquillamente in una situazione simile?». Ciò era soltanto possibile perché Dio mi dava una profonda fiducia nella sua buona conduzione. Sapevo che avrei vissuto il tempo che Dio aveva pianificato per me. La mia vita appartiene a Lui ed Egli mi aiuterà ad accettare ciò a che vado incontro.
Già prima della scoperta dei noduli per me era chiaro che non avrei mai fatto farmi una chemioterapia. Poiché molti miei parenti hanno avuto anche il cancro, si fecero operare e morirono in seguito alle chemioterapie, poiché loro come me non avevano un fisico robusto.
Grazie all’aiuto di Dio si svegliò in me la volontà di andare avanti e di combattere contro la malattia.
Al posto di un’ intervento feci fare un’ analisi del sangue in un laboratorio medico di trasfusioni. Li fu costatato che si trovavano 1’750’000 cellule tumorali nella mia circolazione. Di norma vi sono 10’000 cellule tumorali. Fu anche costatato che avevo soltanto il 2 per cento di cellule killer invece del 10-30 per cento e che il mio sistema immunitario non lavorava più. Test di laboratorio con il mio sangue mostrarono che l’aggiunta di Unicaria Tomentosa, una sostanza vegetale faceva alzare il numero dei killer fino al 23 per cento. Anche il sistema immunitario lavorava di nuovo con l’aggiunta di Maitake, un fungo giapponese chiamato in tedesco Klapperschwamm, spugna a sonaglio. Questi risultati graditi mi diedero coraggio per decidermi per una terapia con questi principi vegetali.
Resoconti di persone che sono guarite dal cancro attraverso il cibo crudo mi incoraggiarono anche. Attraverso la modificazione del nutrimento e delle sostanze vegetali naturali e sostanze cellulari vitali mi senti presto meglio e più in forze. Anche di sera non ero più così
stanca. Molte persone pregarono per me e la mia famiglia ed eravamo molto grati per ciò.
Con i figli parlammo apertamente della mia malattia. All’inizio si spaventarono molto. Avevano paura di perdere la propria madre. Quando però videro quanto tranquilla ed imperturbata io ero attraverso Dio al mio fianco, si lasciarono da me confortare ed incoraggiare. Iniziarono a sostenermi, mi sollevavano da lavori e a volte mi facevano dei regali senza che ce ne fosse un motivo. Ma nonostante la fiducia in Dio vi furono momenti in cui all’improvviso la paura mi investiva e mi domandavo se il mio trattamento avrebbe portato anche un successo. Vi furono anche persone che misero il mio trattamento contro il cancro in discussione, criticandomi poiché agissi da irresponsabile nei confronti della mia famiglia. Durante questi attacchi rivolgevo il mio sguardo su Gesù, il quale mi regalò continuamente nuovo coraggio e una profonda pace. Si, avevo la consapevolezza che Gesù ha tutto sotto controllo.
Un’anno dopo feci un controllo di laboratorio. Non furono più riscontrate cellule cattive. Ciò significa che non ho a nessun organo un tumore o un cancro. È tutto nuovamente in ordine. Noi siamo di cuore grati a Dio, che posso essere di nuovo del tutto sana e poter continuare ad esserci per la mia famiglia.
Per me il tempo della malattia è stato un tempo molto particolare, nel quale ho vissuto più consapevolmente ed intensivamente. La mia famiglia divenne per me molto preziosa. Oggi godo quando possiamo stare insieme. La più bella esperienza è stata per me l’aver potuto vivere Dio così vicino ed intensivamente. Non mi sono mai sentita abbandonata da Dio, anzi amata, portata e riccamente travolta da doni.
Da quando conosco Dio la mia vita ha ricevuto una totale perspettiva nuova! Dio ha reso la mia vita infinitamente ricca e ripiena. Attraverso Gesù ho la consapevolezza di andare dopo la morte da Dio dove vi è una vita più completa, meravigliosa, senza dolore, senza lacrime, senza malattie e morte.
La vita su questa terra è come un viaggio di passaggio con l’arrivo ad un meraviglioso traguardo.
Questo viaggio è pieno di vissuti e impressioni nel quale so di essere accompagnata da Dio. Per questo la fede per me significa non trovare per ogni problema una risposta economica ma di collocarmi in tutte le situazioni con l’aiuto di Gesù e andare avanti. Passo per passo, giorno per giorno, settimana per settimana, anno per anno. Dio è fedele e in Lui posso confidare in tutto sapendo che Egli ha soltanto buoni propositi per me.
Dall’ inizio della mia malattia sono ora trascorsi più di 11 anni ed io sono completamente sana tramite la grazia di Dio.
Se desidera sapere di più dei miei vissuti con la malattia ed il mio rapporto con Dio, le do volentieri una risposta. Le auguro la presenza benedetta di Dio e la Sua pace.
Silvia Dura, CH-7000 Chur

Mio marito ha scritto un opuscolo su come ha trovato una relazione personale con Dio. Perché non approfitta del buono gratis della MSD? La prego di mandarmi gratis e senza impegno: Vi prego di mandarmi gratis e senza impegno:

❏ il libretto di Bernardo Dura
❏ una copia del Vangelo e la prima lezione del corso biblico

MSD Grassiweg 3
CH-3714 Frutigen 0041 33 672 50 10
www.ioti.it  www.ConoscereDio.com

 

 

Preghiera di conversione

Dio onnipotente ti ringrazio di poter vivere attraverso la Tua grazia (Romani 2:4).
Confesso di essere peccatore e di meritare la condanna eterna (Romani 3: 23) ma so che non vuoi che io vada perduto ma che possa vivere con Te per l’eternità (Ezechiele 18:3).
Mi hai amato così tanto che hai mandato Tuo figlio Gesù su questa terra per prendere su di sé i miei peccati (Giovanni 3:16).
Grazie, Signore Gesù, che sei venuto su questa terra e che mi hai salvato (Luca 19:10).
Credo che Tu sei morto e risorto per me. Mi dispiace di aver peccato e chiedo perdono per tutti i miei peccati (elenca quelli di cui sei consapevole).
Liberami da tutto il male e dagli attuali legami causati da Cartomanzia, Pendolo, Rabdomanzia, Carte, lettura delle mani, guarizioni attraverso gli spiriti, Indovini, Comunicazione con i morti, apparizione di spiriti, adorazione dei Santi, oroscopo e superstizione (Deuteronomio 18:10-14),
Desidero di riconoscere tutti i peccati che ho commesso, metterli apposto davanti a Dio e agli uomini e di allontanarmi da tali peccati (Romani 6:13).
Ti invito nella mia vita e vorrei nascere di nuovo (Giovanni 3:3) e dedicare tutta la mia vita a te (2° Corinzi 5:15).
Grazie Signore Gesù, che hai perdonato tutti i miei peccati (1° Giovanni 1:9) e che ora vivi in me (Efesini 3:17).
Padre nel cielo ti ringrazio che posso ora essere Tuo figlio (Giovanni 1:12) e che ho la vita eterna (1° Giovanni 16:13).
Aiutami a resistere alle tentazioni (Filippesi 4:13) e di vivere una vita santificata a Te (Ebrei 12:14 e di fidarmi completamente di Te (Giovanni 14:6).
Grazie che mi santifichi e che mi hai reso perfetto in Cristo (Colossesi 1:20-22) in modo che posso entrare senza peccato nell’eternità (1° Pietro 2:24). Amen.

Se avete pregato con sincerità allora Dio avrà perdonato tutti i tuoi peccati (1° Giovanni 1: 9) e donato la vita eterna (Giovanni 10:28). La tua fede crescerà se leggerai giornalmente la Bibbia ( www.bibleserver.com ), pregherai a Dio e ti metterai in contatto con altri credenti. Esistono tanti siti internet su internet ti possono aiutare per crescere in fede ed essere incoraggiato come ad esempio www.msd-online.ch www.ioti.it www.conosceredio.com Dio ti benedica.